Sport+Diritti

Sport+DirittiScuola calcio popolare e integrazione

Anno: 2010 – 2012
Partner: Istituto Pio XII

L’integrazione della popolazione rom e sinti rappresenta, in tutta Italia ma soprattutto a Roma, un “problema” particolarmente sentito. Nei decenni si sono stratificati pregiudizi e resistenze, acuite da un evidente lassismo politico. Bambini+Diritti ha scelto, fin dalla sua fondazione, di “sporcarsi” le mani con questo tema difficile, facendosi promotrice di varie iniziative. Di queste fa parte “Sport+Diritti”, una scuola calcio con finalità d’integrazione. Il progetto ha preso il via da una forte convinzione: lo sport può riuscire là dove altri strumenti d’intervento sociale falliscono. Lo sport, soprattutto se di squadra e se praticato da bambini, unisce, abbatte barriere, costruisce ponti. Da qui l’idea di dare vita ad una squadra di calcetto “mista”, che vedesse giocare insieme, fianco a fianco, ragazzi rom e ragazzi italiani. L’esperimento è riuscito e per due anni i piccoli atleti del “team” di Bambini+Diritti, alunni dell’Istituto Pio XII (Centocelle, Roma) e ragazzi rom del campo attrezzato di via dei Gordiani (Roma), si sono allenati insieme e hanno partecipato a tornei e manifestazioni sportive. Ovunque si sono fatti ambasciatori di un messaggio forte di integrazione e solidarietà, capaci di andare oltre ogni forma di diffidenza o razzismo.